La ceramica di Grottaglie

 

Grottaglie, cittadina della provincia ionica situata a pochi chilometri da Taranto, è ancora oggi una città di rilievo nel panorama economico-produttivo e artistico culturale della Puglia. Grazie all’abbondanza d’argilla nel territorio, per secoli la produzione ceramica è stata la sua principale fonte economica. Numerosi reperti ceramici, risalenti all’età classica, mostrano (…)

>Leggi tutto l’articolo.

 

 

Il Pumo
Elegante manufatto della tradizione ceramica grottagliese, è simbolo di buon auspicio e prosperità. E’ da sempre utilizzato nel contesto urbano per l’abbellimento di leggioni e balconi in ferro battuto. Oggi è impiegato come prezioso complemento d’arredo o base per lampada. 

 

La Pupa
Nel periodo feudale ricordiamo la storia delle “Pupe con i baffi” allorquando la “jus primae noctis” (legge iniqua) scatenò la gelosia di un tale futuro marito che per sottrarsi all’onta impositiva ed inaccettabile di far possedere la propria consorte dal principe di turno, si travestì lui stesso da sposa.Presentandosi al cospetto del nobile putroppo aveva dimenticato di tagliare i baffi e fu subito scoperto. Subì un processo , e per scontare la pena gli fu imposto di procurare il migliore dei suoi vini (in quanto vinaiolo) contenuto e presentato in fiaschette antropomorfe in ceramica che rappresentavano questo tradimento, successivamente dette “Pupe”. Nelle cantine del palazzo del principe furono rinvenute decine di queste fiasche che adesso fanno parte di collezioni private in tutto il mondo. Oggi si riproducono le pupe con e senza baffi, anche nella versione “a cavallo” per ricordare la fuga dello sposo dal castello, utilizzati anche come candelieri o come base per lampade.